nephélai

Caro David,
guarda il cielo per favore, ho appena visto distintamente un cane divorare un drago, una pecora trasformarsi in falco e un maiale allungarsi e rimodellarsi fino a diventare un centauro. (Te li ricordi i centauri ?)
Stamattina ci siamo svegliati incuranti del mondo e del sole che lo sta bruciando a poco a poco, rassicurati dal fatto che, nonostante le ossa suonino fragili e cave come canne d’organo e le coliti peggiorino, l’Alzheimer sembra abbastanza lontano e lo sarà ancora per un po’ se eviteremo il multitasking.
Mi hai chiesto di indicarti, quasi fossero costellazioni guida ben visibili, i punti che distanziano gli uomini.  Ma è giorno, le costellazioni non si vedono e continuiamo a conversare, evitando gesti e sottogesti di cui non c’è più bisogno.
Mentre mi racconti della Tracia e di Senofonte, camminando a piedi nudi sull’erba,  mi guardo lo smalto delle unghie dei piedi, quasi sperando di trovarle, quelle  distanze.
Mi piace ricordare come era il mondo prima che il sole si avvicinasse così tanto da bruciare gran parte degli animali che ci erano cari.
Non sorridere, David, quel che ho visto oltre la volta artificiale che ha trasformato il pianeta  in museo non erano nuvole scosse, se stringi gli occhi riuscirai a vederne la trasformazione e fino a quando ne coglierai la continuità quegli animali esisteranno ancora.
Ho sognato tigri azzurre, David, quelle che un tempo sorvegliavano il sonno di tutti noi, o forse le ho viste davvero, controlla il cielo anche tu, per favore.
Annunci

24 pensieri su “nephélai

  1. Molti non osano uscire senza ombrello,altri scrutano le nuvole senza timore,è solo l'ebbrezza dell'ineffabile ad imprigionare loro l'anima.Controllerò anch'io il cielo, comunque.Per le tue parolegrazie.

  2. Ed eccoci tutti qui, in settembre, a guardare il cielo in città e a decifrarne i segni; mi piace la verticalità di questo sguardo che va su nel cielo e giù verso i piedi, ai passi, all'erba… come sempre le tue cose sono bellissime. Il legame con la natura, il paesaggio, così intenso e tattile mi colpisce molto. Questo scritto mi riporta alla mente "Ragazza con paesaggio" di J. Lethem, anche se lì l'inquietudine è più forte. Beh, meno male che ogni tanto torni , Crono. Ciao, monica

  3. Mi è venuta in mente una striscia di Schulz.Ci sono Charlie Brown e i suoi amici che guardano le nuvole."Con un po’ di immaginazione si possono vedere un mucchio di cose nelle forma delle nuvole" dice Lucy.E Linus comincia a descrivere quello che vede: "Beh,quelle nuvole lassù mi sembrano la carta geografica dell’Honduras.Quella nuvola là somiglia un po’ al profilo di Thomas Eakins,il famoso pittore e scultore.E quel gruppo di nuvole là in fondo mi dà l’impressione della lapidazione di S.Stefano: ecco l’apostolo Paolo in piedi da una parte".Poi Lucy si rivolge a Charlie Brown e gli domanda: "E tu cosa vedi nelle nuvole?".Charlie Brown ci pensa su un attimo, dopodiché risponde, molto candidamente:"Beh, stavo per dire che ci vedo un’ochetta e un cavallino ma ho cambiato idea".(ciao ciao)

  4. E' bello il cielo animato dalle nuvole, guai se non ci fossero. Il cielo è stato forse il primo cine dell'uomo, all'inizio del tempo, assieme al fuoco. Hai mai guardato i draghi, le streghe e le tigri rosse spaventose bruciare nei ceppi accesi? Sono sicuro di sì.

  5. E’ proprio vero che tutte le strade, o quasi tutte, che si diramano da Zena(Colfavore delle nebbie) portano in luoghi incantevoli.
    E’ raro trovare autentica poesia in un racconto di fantascienza, ma qui c’è. E ci sono mestizia e incanto, due stati d’animo apparentemente contrastanti.
    Ci siamo già incontrati, nelle vite precedenti dei nostri vecchi blog…
    :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...