BOOK OF SATURDAY

Su libri e silenzio qui,
Non correre, in silenzio, qui,
Il testo di Book of  Saturday (King Crimson), qui
Immagine dal silenzio
Annunci

23 pensieri su “

  1. Ti auguro che questo sia l’anno della risoluzione di tutte le eventuali problematiche e di preparazione alla pianificazione del futuro, insomma ti auguro il meglio.
    Mi piacciono molto i King Krimson e credo che siano molto sottovalutati, purtroppo i grandi gruppi come Pink Floyd e Genesis hanno resistito nel tempo e sono molto conosciuti avendo prodotto artisticamente con gran classe e maestria commerciale.

  2. Ago:

    speriamo :)
    ti vedo agguerrito e determinato per il 2008, prenderò spunto da te

    Aitan:

    ho sentito Book of Saturday alla radio: un grande salto all’indietro, anche per me emozionante, che volevo condividere.


  3. Se fuggi il suono
    sei suono lo stesso,
    spettro di armonia,
    fumo di grido e canto.
    Vieni per dirci
    nelle notti scure
    la parola infinita
    senza alito e labbra.

    Federico Garcia Lorca, Elegia del silenzio (1920)

  4. Meister:
    Robert Fripp è uno dei miei idoli
    :)

    Cybbolo:
    Allora cadrò di nuovo nella tentazione di condividere musica

    Petarda:
    Baci, e salutami Don Porro
    :o)

    Undu:
    immagine esaustiva, grazie per l’indicazione ;)

    Arimane:
    (…)
    difficile, il compito di questo silenzio-spettro senza labbra.

    Giarre:
    ogni tanto fa bene, il silenzio disintossica…

    NonCorrere:
    Onoratissima
    Quelli di cui scrivi sono i silenzi ai quali rinuncio volentieri, ovviamente.
    Meglio una sana solitudine che non guasta la vita a terzi.

  5. TendaRossa:
    questo è in Lark’s Tongue In Aspic

    Avrei inserito qui anche la bellissima
    Starless, ma credo che MariaStrofa mi avrebbe accusato per la troppa… allegria.

    Non ho ancora capito a cosa corrisponda il magenta nel Triage, meglio non indagare troppo;)

  6. A proposito di quel che si diceva prima al telefono: quanto ci ha fatto sognare questo gruppo…
    Uno dei loro pezzi che ascolto ancora con molto piacere è I talk to the Wind, contenuto nell’album In the court of the crimson king. Se non ce l’hai, lo trovi su you tube. ciao :)

  7. fripp era un genio, ma il disco dei crimson che ho consumato non fu 21st century, ma quel piccolo capolavoro chiamato red, e anche lark’s tongues in aspic mi piaceva molto. bello, ritrovare vechi suoni nella memoria. ora mi metto una fascia in testa, prendo la scopa come fosse una fender e me la spasso un po’.

    ciao

    p

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...