SCACCIAPENSIERI

 
 

Dopo millenni di lavoro, presto avremo albe sempre uguali, come tutti desiderano, in questo posto. Non saprò abituarmi.

 
Eccolo, il principio del giorno.
Sono stata con gli occhi incollati al cielo tutta la notte: aspettavo un suo gesto, mentre sezionavo aurore. Quella ingenua, in cui ho atteso il sole sorgere dalla parte sbagliata del mondo, e quella scandita da ore poco sicure, attraversate dai luccichii  dei caccia.
Si è dischiusa un’alba crisalide, fatta di battiti, sensori innestati e impulsi elettrici, da cui è stato possibile uscire senza gravità. Ne ho sfogliate di preziose, in cui ho abitato come in sogno.
 
Sto misurando questa, centimetro dopo centimetro, senza indulgenza. Forse il livore di cui si è truccata oggi sarà spinto via da violetto, carminio e azzurri, più pazienti di me.
Annunci

31 pensieri su “

  1. Bentornata cronomoto: un bacione. Era tanto che io non passavo da te e tu da me. Si è fatta notte a forza di non passare. Per fortuna che è spuntata l’alba.

    A proposito di parte sbagliata, anche in Ecce Bombo aspettavano l’alba sempre da una parte ed è arrivata dall’altra.

    E meno male che non mi hai scritto *le prime luci dell’alba*, altrimenti il bacione di bentornata te lo scordavi teloscòr!

    p.s. pregevole pezzo di fantascienza intimista con accenni nemmeno tanto criptici al Don Chisciotte!

  2. Stratidanimo:
    :) grazie, sono passata da te, visto altro Sole….
    Aitan: ma, come il tramonto, aspettandoli non arrivano mai
    Bobboti:
    … o solo ;)
    Meister:
    un saluto a te, qui non si finisce ancora di misurare…
    MariaStrofa:
    Bentornato a te, ovviamente ricambio il bacione
    ;)
    (Sì come in Ecce Bombo)
    e beccati questo….

  3. Quando finalmente, dopo millenni, gli uomini ebbero albe sempre uguali, come avevano sempre desiderato, in formato DVD, scoprirono che erano meglio le vecchie albe di una volta.
    Quelle diverse l’una dall’altra, quelle che non ce n’erano due che fossero uguali.
    Gli uomini avevano pensato che la loro infelicità derivasse da questo incessante mutare giornaliero, e invece di aggrapparsi alla varietà e al mutamento si imposero uno spettacolo sempre uguale a se stesso, perfetto – ma desolante nella sua prevedibilità.
    Se i giorni cominciavano tutti allo stesso modo, non vi era possibilità di redenzione, ma solo una grigia infelicità.
    Concordo con Maria Strofa, come scrissi una volta la tua è una fantascienza senza effetti speciali ma con tanti affetti speciali :)

  4. mi pare di cogliere come protagonista il senso dell’attesa e, dico solo forse, della speranza: psicologia spicciola da pochi centesimi…
    allora mi soffermo sullo stile, poetico e magico, ad esaltare il senso dell’attesa e, dico forse, della speranza: questa è anche arteriosclerosi.
    complimenti semplici, allora, ché apprezzo molto come scrivi.

  5. Cybbolo:
    grazie, ma sulla tua presunta arteriosclerosi avrei da ribattere :o)

    per il senso dell’attesa-speranza, nel caso sia la temutissma aspettattativa, una regola:
    Felicità= Realtà/Aspettative
    (meglio abbattere il denominatore…)

    Ice:
    avevo pensato alla vista dall’astronave di Solaris (ovviamente la prima versione, di Tarkovskij)

    Jojoy:
    Speriamo manchi ancora un po’ a quel progettino ;)

  6. scusa la leggerezza, ma mi hai fatto venire in mente una striscia di B.C. in cui uno dei personaggi sosteneva di aver inventato una specie di bussola (una freccia di pietra ovviamente) che indicava il punto in cui sarebbe sorto il sole. Solo che poi il sole era sorto dalla parte opposta, avendola puntata verso il sole al tramonto, e il personaggio in questione aveva detto:”questa maledetta baracca si è già guastata!”
    Un saluto affettuoso

  7. Narrando:
    :))
    albe distratte…

    Arimane:
    proprio così. Sembra tratta da un emporio dei tuoi, come quel barattolo dal coperchio a vite sul secondo scaffale: dentro, un grasso traslucido che dà sull’azzurrino, la superficie appena scalfita da un solco recente.”

  8. Sempre indietro voi del reparto albe. Noi del reparto tramonti abbiamo risolto persino il problema dello smog distribuendo gli occhiali a cristalli liquidi. Splendidi tramonti sul rosso per tutti. Adesso stiamo lavorando sui programmi metereologici TV per il Beltempo.

  9. Whois:
    Tutti a Vermillion sands!
    ;)

    Aqua:
    Sapevo che l’incarico delle albe era una fregatura, sono ancora qui appesa.
    Spero passi presto John Titor e mi tiri fuori di qui, invece di XXXXXXXXXXX su Tor!

  10. Ma poi ecco che mi accorgo di uno strano rumore di sottofondo; è simile ad un “frfr piii frfr” costante.

    Infastidita attivo un programma supervisore di livello inferiore capace di scandire una diagnostica ad uno stadio più alto del cibercervello della nave. Il risultato non mi piace: ad ogni “frfr” si ottiene in risposta solo un “piii”.

    In poche frazioni di un unico istante un programma inferiore di livello superiore attiva i circuiti locali che si risvegliano dopo secoli d’inoperosità gremendo i corridoi virtuali di piccoli agglomerati di software analizzatore. Poi, d’un tratto, spariscono altrettanto velocemente dalla visuale del programma.

    ????

    Mi occorre una buona dose di pazienza, molti scambi di codici e di protocolli d’emergenza con l’unità centrale per stabilire che un meteorite ha colpito gran parte della nave, trascinando con se il modulo centrale contenente la Missione.

    (un ringraziamento eccezionale a Douglas Adams)

  11. Cominciare:
    ??????
    :)))
    Ecco sparire l’alba? Oppure ecco, vedo sparire me stessa dalla visuale del programma altrettanto velocemente …

    Arimane:
    per niente livida…
    grazie

    Giarre:
    …forse il programma è stato attivato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...