Memorie dall’Organizzazione [8]

  

  Si è piccoli e si è innocenti

 

di Cominciare


 

 

*


 
 

A quell’età (come, poi in fondo, il vasto gruppo dei suoi coetanei) neanche lei sa tenere separato un sentimento dall’altro e ogni oscillazione sulla ruota della sua sensibilità ha il potere di annebbiarle la mente fissando l’attimo nella stupefacente scatola delle memorie. L’immaginazione del suo futuro oscura ciò che ha già tra le mani. Questo poco importa a lei che, giocherellando con la terra e i sassi, fantasticando storie dentro bottiglie vuote, raccattando ciò che l’adulto scarta per trasformarlo in meraviglioso strumento musicale, trascorre le giornate nella beata incoscienza del tempo che si consuma. Non può sapere che il mondo che la circonda sarà un tutt’uno con la sua persona; non può immaginare che le sue fantasie sulla futura donna, quelle che dimenticherà crescendo, saranno certamente impossibili da realizzarsi e per questo meravigliosamente eterne. È piccola e la sua pelle è bianca semi trasparente, racchiude in sé la bellezza dell’essere bambina. Le sue labbra lucide e rosso fuoco hanno formulato con spontaneità  la curiosità d’essere donna, lo hanno fatto con la tensione di un’aspettativa intensa e coinvolgente ma vaga e dolce come lo può essere solo una bella favola. Ogni incarico ricevuto dal mondo adulto la diverte in quella sfida che i piccoli hanno con la vita, nella fretta di crescere e diventare la principessa che sarà. Così ascolta attenta quella voce  mentre le impartisce quel compito: “Sai guardare lontano e vedere con la mente ciò che ancora non è stato pensato?” Le aveva detto d’improvviso quella voce maschile tanto cara a lei. Aveva rotto un momento di silenzio distraendola dei suoi pensieri. Lei aveva riso divertita e subito aveva risposto: “La città futura attorno a questa casa? Le macchine che inventeranno…magari potranno volare. Cosa dici? Saranno capaci di farlo?” L’uomo aveva sorriso ma non le aveva risposto, non voleva interferire, lei aveva proseguito. “beh, a me piacerebbe.”

 

 

Termina qui la prima ondata di Interventi-capitoli  per “IL TESSITORE”

L’Organizzazione,  felicemente allargata ( Aquatarkus  Arimane Cominciare Cronomoto Farolit IceKent, Matisse,  Penzogi )   continua a raccogliere nuove adesioni: Qui  il capitolo [0] e le istruzioni per partecipare.

 *Immagine di Lorenzo Mattotti

Annunci

4 pensieri su “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...